Dal 1° luglio 2020 limite utilizzo contanti a 2.000 euro

A partire dal prossimo 1° luglio, il limite all’utilizzo del denaro contante si abbasserà dagli attuali 2.999,99 euro a 1.999,99 euro. Tale limite resterà operativo fino alla fine del 2021. Dal 1° gennaio 2022, infatti, il limite diventerà di 999,99 euro. I passaggi sono previsti dall’art. 49 comma 3-bis del DLgs. 231/2007, come inserito dall’art. 18 comma 1 lett. a) del DL 124/2019 convertito (c.d. DL “fiscale”).

Il limite all’utilizzo del denaro contante, quale che ne sia la causa o il titolo, vale anche quando il trasferimento sia effettuato con più pagamenti inferiori alla soglia che appaiono artificiosamente frazionati (ai sensi dell’art. 1 comma 2 lett. v) del DLgs. 231/2007.

Dal punto di vista sanzionatorio si ricorda che, ai sensi dell’art. 63 comma 1 del DLgs. 231/2007, fatta salva l’efficacia degli atti, alle violazioni della disciplina in questione si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da 3.000 a 50.000 euro.

Variazioni dei limiti relativi al trasferimento del contante
Ambito temporale di riferimentoSoglia
Dal 9 maggio 1991 al 26 dicembre 200220.000.000 lire
Dal 26 dicembre 2002 al 29 aprile 200812.500 euro
Dal 30 aprile 2008 al 24 giugno 20085.000 euro
Dal 25 giugno 2008 al 30 maggio 201012.500 euro
Dal 31 maggio 2010 al 12 agosto 20115.000 euro
Dal 13 agosto 2011 al 5 dicembre 20112.500 euro
Dal 6 dicembre 2011 al 31 dicembre 20151.000 euro
Dal 1° gennaio 2016 al 30 giugno 20203.000 euro
Dal 1° luglio 2020 al 31 dicembre 20212.000 euro
Dal 1° gennaio 20221.000 euro

LA NOSTRA ESPERIENZA
AL VOSTRO SERVIZIO

STUDIO-MATERA icona logo bianco
Chiudi il menu